La documentazione al servizio dell'integrazione

Forum Solidarietà per immagini

Quale immagine per raccontare Forum Solidarietà?
E' la domanda comune che ha concluso le interviste.
Ecco le risposte.

 

Io vedo Forum proprio come l'antico foro, la piazza, un luogo aperto dove si discute per le scelte da prendere, scelte che riguardano la città.
Danilo Amadei – presidente del Consorzio di solidarietà sociale

 

Una casa comune, un posto fisico oltre che virtuale.
Paolo Andrei – vice presidente della Fondazione Cariparma

 

Una mano che stringe altre mani.
Sandra Andreoli – presidente del Centro Aiuto alla Vita

 

Un nodo, anzi un punto di snodo di una rete vasta, ma inteso come un incrocio, un posto di passaggio.
Alessandro Arrighetti – docente presso la facoltà di Scienze economiche

 

Una grande, enorme strada con persone che stanno camminando. A margine cartelli indicatori con scritto “bene comune”, “solidarietà”...
Anna Maria Baiocchi - presidente della Casa della giovane

 

Un piccolo-grande arcobaleno che nasce nel cuore dell'Oltretorrente. 
Al mio legame con Forum, del resto, contribuisce il fatto che anch'io ho abitato per sedici anni in Borgo Marodolo, dove tutt'ora passo spesso a trovare I miei genitori. Insomma, a Forum mi sento un po' a casa.
Gabriele Balestrazzi – responsabile di gazzettadiparma.it, già direttore di TV Parma

 

Credo dovrebbe venirmi l'immagine della rete ma mi viene quella di un gruppo di persone in gamba e di bravi professionisti che sconfinano nei tempi e nello stile del volontariato.
Carlo Ballotta – associazione Insieme di Fidenza

 

Un ombrello con i colori dell'arcobaleno, con i raggi che raccordano le superfici, esemplificando le individualità e le parti che lo compongono.
Alessandro Bosi – docente associato, facoltà di Sociologia

 

Fili sottili tra realtà vive e attive; piccole parti di una rete.
Fulvia Cavalieri – presidente di Kuminda

 

Mi piace pensarlo come un treno che raccoglie, di stazione in stazione, nuovi passeggeri che li contiene fino alla loro destinazione; un treno che che permette di far viaggiare e conoscere tra loro tante persone e che accompagna tante persone da un luogo all'altro.
Stefano Camin – comitato provinciale della Protezione Civile

 

Un arcobaleno: i colori sono rappresentativi di varie anime (speranza, luce e pace che è ciò che la solidarietà porta con sé) e l'arco dà la dimensione dell'abbraccio al volontariato.
Rita Cavazzini – direttrice delle attività socio-sanitarie dell'Ausl di Parma

 

Venezia, dove i canali collegano diverse isole. Le isole sono i diversi gruppi del volontariato che hanno bisogno di ponti e barche per superare l'autoreferenzialità. Il compito di Forum è creare le piazze per l'incontro.
Don Umberto Cocconi – parroco di San Giovanni Battista

 

Un manovale che passa i mattoni e prepara la calce per consentire l'edificazione di una casa. La casa è il volontariato.
Stefano Cresci – presidente dell'Aido

 

Il girotondo: Forum Solidarietà mi ha sempre richiamato la canzoncina di Sergio Endrigo che dice “se tutti I ragazzi del mondo si dessero una mano si farebbe un girotondo intero intorno al mondo”.
Marino Giubellini – già assessore all'Istruzione della Provincia di Parma

 

Un abbraccio.
Maria Teresa Guarnieri – direttrice dell'Asp del distretto di Fidenza, già assessore ai Servizi sociali del Comune di Parma

 

Una bella macchina oliata che funziona e produce. Ma non vorrei dare l'impressione di metallico.
Augusto Malerba - Cooperativa Insieme

 

Una piazzetta in cui convergono tante strade e dove si svolge un mercatino delle competenze.
Ermanno Mazza – docente presso la facoltà di Scienze dell'educazione

 

Un girotondo aperto, nel senso che le mani si aprono e si chiudono per fare entrare e uscire persone.
Stefania Miodini – direttrice dell'Asp Distretto Sud Est

 

Un abbraccio di due persone: una che ha bisogno di riceverlo e una che lo regala.
Giuliano Molossi – direttore della Gazzetta di Parma

 

Un abbraccio che ti sostiene, non sostitutivo di ruoli che competono alle singole associazioni.
Filippo Mordacci – presidente dell'Assistenza Pubblica di Parma

 

Una giostra su cui si sale e si scende. Si prende una consulenza e si scende, poi si risale per un altro giro, per prendere un altro servizio. Il tutto visto in modo positivo, non ripetitivo.
Mirco Moroni – già dirigente di vari servizi dell'Ausl di Parma

 

Una tenda indiana. Anzi, una serie di tende indiane.
Tiziana Mozzoni – già assessore ai Servizi sociali della Provincia di Parma

 

Un tetto. Il tetto per le associazioni, che ripara dalle avversità e che raccoglie sotto di sé varie entità diverse. Non una casa, che può stringere; il tetto è più aperto.
Pier Luigi Negri – già presidente di ADMO

 

Un ripetitore che trasmette ma che è anche filtro di comunicazione. Ma è un'immagine un po' fredda... Forse un giardino ricco di fiori, va meglio?
Carlo Paterlini – Comunità Molino delle Assi

 

Gli “omini” disegnati da Beppe Braghiroli, con un girotondo di mani che si intrecciano.
Patrizia Ridella – presidente della cooperativa La Bula

 

Un tessuto di trame diverse che, unite, tengono.
Giuseppe Romanini – assessore all'Istruzione della Provincia di Parma

 

Un cerchio dentro il quale si può entrare a dare una mano a chi è forte e una a chi è debole.
Don Sergio Sacchi – parroco di Fontanellato 

 

Un tavolo rotondo a cui si mettono intorno realtà del volontariato ma anche ecclesiali, al centro c'è chi dà consigli ma anche aiuti materiali e supporti giuridici; un tavolo dove si è tutti uguali ma dove ci vuole sempre chi ispira, chi collega, chi guida con parola forte.
Don Luciano Scaccaglia – parroco di Santa Cristina

 

La rete, con nodi più deboli da fortificare ed altri già forti.
Maria Cecilia Scaffardi – direttrice di Caritas, direttrice del settimanale Vita Nuova

 

La rete di un pescatore di mare: la sua forza sta nei molti nodi che la costituiscono e che costituiscono la sua capacità di prendere più pesci della canna con un singolo filo o amo.
Aluisi Tosolini – Dirigente scolastico del Liceo scientifico Bertolucci

 

Un centro di propulsione
Corrado Truffelli – già presidente della Provincia di Parma

 

Una sorta di desk dove, da un lato, Forum Solidarietà dà consigli alle realtà che ne hanno bisogno.
Elvio Ubaldi – presidente del Consiglio comunale, già sindaco di Parma

 

Un mosaico
Don Andrea Volta – moderatore della curia diocesana, già direttore della Caritas

Forum Solidarietà, Centro di Servizi per il Volontariato in Parma - Via Bandini 6 - 43123 Parma - Tel. 0521.228330 - Fax 0521.287154