La documentazione al servizio dell'integrazione

Progettare cambiamento

Incontri per reagire all’avaria organizzativa per il continuo rispondere alle emergenze. Dal 5 aprile

Vivere di emergenza in emergenza, può condurre l’associazione a uno stato di avaria organizzativa: caos, perdita di volontari, disorientamento e confusione rispetto al ruolo, perdita della capacità di progettare il futuro, aumento di ansia che confonde le priorità e della dipendenza verso chi dirige che si trova con un sovraccarico di aspettative.

Analizzare e approfondire questi aspetti e i modi per fronteggiarli, è l’obiettivo dei due cicli di incontri.

Ripensare i modelli di gestione dei gruppi e di stile di “governo” 
venerdì 5 e 12 aprile,
dalle 18.30 alle 22.00.
Formatore: Fabio Cola

Nella prospettiva di una progressiva avaria organizzativa, il ruolo del responsabile è strategico per costruire il futuro dell’organizzazione.
Ma di quale altra, nuova o diversa leadership si devono dotare i responsabili per riuscire a traghettare il gruppo e l’organizzazione fuori dalla crisi? La proposta è di iniziare a riflettere sull’immagine e sul significato di una diversa funzione di leadership, più orientata alla costruzione condivisa di scenari che alla sola gestione dell’esistente in emergenza. Una leadership capace di superare i rischi di deresponsabilizzare i propri operatori/volontari che, nell’intento di tutelarsi dal senso di impotenza e di inadeguatezza, si limitano ad applicare passivamente regole o a dipendere totalmente dai propri responsabili.

Dopo la fase di formazione in aula, i partecipanti potranno usufruire di un accompagnamento personalizzato su questi aspetti all’interno della propria associazione.   

 

Ripensarsi dentro una riduzione di costi
mercoledì 17 e 24 aprile, dalle 18.30 alle 22.00.
Formatrice: Stefania Miodini

“La consapevolezza della decrescita (riduzione di costi) e la conseguente riduzione di servizi, sembrano ancor più contraddittori in un momento in cui si assiste ad un aumento della richiesta di sostegno”.

Di fronte a questo scenario le organizzazioni di volontariato possono scegliere tra diverse strade: ridurre i servizi fino al rischio della chiusura? fare tutto come prima con il rischio di farlo in affanno e in modo lacunoso? o ripensarsi in questo nuovo scenario di minori risorse economiche? Ripensarsi significa analizzare le possibili economie realizzabili per far quadrare i conti ma anche rivedere le risposte sulle quali sono stati costruiti i servizi offerti per trasformare le modalità di lavoro e sperimentare nuovi ipotesi di intervento.

Dopo la fase di formazione in aula, i partecipanti potranno usufruire di un accompagnamento personalizzato su questi aspetti all’interno della propria associazione.

Gli incontri si terranno a Forum Solidarietà in via Bandini 6.

 

Per informazioni e iscrizioni : Enrica Ferrari e Monica Bussoni
formazione@forumsolidarieta.it
0521.228330

Scarica la scheda del corso

    Forum Solidarietà, Centro di Servizi per il Volontariato in Parma - Via Bandini 6 - 43123 Parma - Tel. 0521.228330 - Fax 0521.287154