La documentazione al servizio dell'integrazione

Volontariato artefice di presente e futuro

5 dicembre: l’appello del volontariato a Napolitano in occasione della giornata internazionale

Centinaia i volontari da tutta Italia che hanno partecipato alla Giornata Internazionale del Volontariato lo scorso 5 dicembre a Roma, quest’anno occasione per celebrare anche i 150 anni dell’unità di Italia.

Pubblichiamo il testo integrale dell’appello che Andrea Olivero, portavoce del Forum del terzo settore, ha consegnato nelle mani del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

L’evento di Roma era organizzato da il Forum del Terzo Settore, ConVol, CSVnet e Consulta del volontariato presso il Forum, dedicandola alle 40 mila associazioni e ai 6 milioni di volontari che ogni giorno operano per il bene comune.

“In occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia vogliamo ricordare a noi e a tutti i cittadini che il Volontariato è stato parte attiva nella costruzione della coscienza della comunità nazionale e delle comunità locali ed ha contribuito, con il proprio apporto originale, alla realizzazione di una solidarietà diffusa e partecipata, elemento imprescindibile di una buona democrazia. La nostra storia è storia di solidarietà, sussidiarietà e partecipazione civica.  

Oggi il volontariato e il terzo settore
sono un soggetto strutturato che opera con quasi 6 milioni di volontari e gode della fiducia della stragrande maggioranza degli italiani. Questo ci rende particolarmente consapevoli delle responsabilità della nostra azione e della necessità di continuare a dare risposte, insieme agli altri soggetti della società civile e della politica, alle sempre più pressanti richieste di aiuto che si levano da chi ancora è escluso dai diritti fondamentali  e vive situazioni di grave difficoltà e di emarginazione sia dai diritti  fondamentali della persona che dalla cittadinanza. Operiamo in tutti i campi, nelle emergenze e nella quotidianità, per dare senso alla nostra vita e speranza a quella degli altri, lavorando concretamente e ponendo istanze di cambiamento al Paese. Il nostro presente si chiama solidarietà, sussidiarietà e partecipazione civica.

Ci impegniamo, consci della complessità in cui viviamo, a continuare la nostra collaborazione con tutte le forze sociali e le istituzioni mettendo a disposizione le nostre competenze e la gratuità della nostra azione sociale. Ci impegniamo a sensibilizzare tutti i cittadini anche attraverso nuovi stili di vita a costruire un nuovo modello di sviluppo, sociale, culturale ed economico. Il nostro appello si rivolge a tutti perché insieme ci si impegni concretamente per costruire una cultura della  nel volontariato, e sperimentare solidarietà, fratellanza ed uguaglianza, in modo che  il  dono e   la gratuità ed i valori ad essa connessi divengano bene comune e fondamento della nostra vita sociale. Anche il nostro futuro ci vedrà artefici di solidarietà, sussidiarietà e partecipazione civica”

 

 


Forum Solidarietà, Centro di Servizi per il Volontariato in Parma - Via Bandini 6 - 43123 Parma - Tel. 0521.228330 - Fax 0521.287154