La documentazione al servizio dell'integrazione

Adeguamento statuti

Ancora otto mesi di tempo. La scadenza del 31 ottobre solo per usare le procedure semplificate

Se non siete riusciti ad adeguare lo statuto entro il 31 ottobre, niente paura: avrete la possibilità di farlo ancora oltre quella data, anche se non potrete utilizzare le procedure semplificate

Per mettervi in regola ci sono ancora 8 mesi di tempo, ossia il tempo che presumibilmente ci separa dalla pubblicazione del Runts. 

 

Lo ribadisce in un’intervista su Corriere Buone Notizie il capo della direzione generale per il terzo settore del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, Alessandro Lombardi.

“Si tratta – dice - del termine entro cui gli enti possono modificare i loro statuti utilizzando la modalità alleggerita, cioè in pratica con l’approvazione di una maggioranza semplice, prevista dalla riforma proprio per facilitarli. Dopodiché potranno ancora farlo, utilizzando gli strumenti ordinari che in questi casi si utilizzano per modificare uno statuto. Cioè di norma l’approvazione in assemblea con maggioranza qualificata”.

In questo caso “c’è tempo fino a quando non partirà la verifica dei requisiti richiesti per l’iscrizione nel Registro unico, il cui inizio è attualmente fissato per la fine del giugno prossimo. L’importante è che ci si faccia trovare in regola per allora”.

Noi abbiamo preparato uno schema a blocchi che può aiutare le associazioni a capire come comportarsi a partire dalla loro situazione. Basta scaricare il PDF e seguire le frecce.

Nell'intervista Lombardi si esprime anche sui fondi agli enti del terzo settore: saranno presto pubblicati gli avvisi previsti dal decreto Rilancio. 

Fonte della notizia: CSVnet

 

 

Forum Solidarietà, Centro di Servizi per il Volontariato in Parma - Via Bandini 6 - 43123 Parma - Tel. 0521.228330 - Fax 0521.287154