La documentazione al servizio dell'integrazione

#coraggio

Artoni e Tivoli, due fotografe in mostra nel corridoio del Centro Interculturale. Dal 16 novembre

Stop-piccolo festival indipendente della fotografia indipendente di Parma, organizzato dall’associazione Le giraffe in collaborazione con la redazione di Witness Journal ha decretato che Elisabetta Tivoli con il suo lavoro "Sugar Bob" è la vincitrice della open call #Coraggio. La giuria, composta dalla redazione di Witness Journal, oltre all’acclamazione del primo posto, ha assegnato una menzione speciale a un secondo lavoro, “Attese” di Francesca Artoni.

Le due mostre possono essere visitate dal 16 novembre al 14 dicembre 2019 nei corridoi del Centro Interculturale di Parma – via Bandini 6 (terzo piano), da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 18.30. L’inaugurazione dell’esposizione sarà sabato 16 Novembre alle ore 18.30 con musica e buffet.

 

Sugar Bob
Il lavoro di Elisabetta Tivoli tratta di diabete e di come la quotidianità sia fatta di tanti piccoli accorgimenti e di routine. Insulina, aghi pungi-dito, attenzione ai valori del sangue. Una patologia complessa che va tenuta sotto controllo. “Viene riconosciuta la capacità dell’autrice di inserirsi in un contesto privato e intimo, fatto di routine e pratiche quotidiane. L’efficacia degli scatti consente all’osservatore di comprendere ogni singolo gesto del soggetto ritratto. La stessa sequenza di foto che indugia su continui e ripetuti gesti, è didascalica al punto da descrivere chiaramente qual è la condizione di un paziente diabetico,“ si legge nelle motivazioni.
Scarica la locandina

Attese

Completamente diverso, per approccio e tipo di fotografia, è il lavoro di Francesca Artoni. La serie di scatti tratta il tema dell’infertilità, dell’attesa attraverso semplici oggetti che diventano, per l’occhio della fotografa, astrazioni concettuali. “La menzione speciale è stata assegnata per sottolineare la capacità dell’autrice di esprimere con elementi chiari e semplici una condizione di sospensione. Il tema dell’orologio, nella sua essenza più profonda, ricorre non solo nelle lancette, ma nei segni dei corpi e degli oggetti che vengono mostrati negli scatti. Viene premiato anche lo sguardo nuovo su un concetto sfuggente e difficilmente rappresentabile.”
Scarica la locandina

L’esposizione si inserisce nell’ambito del Progetto MIGRAzioni: Migliorare, Rispettare, Accogliere Finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ai sensi degli artt. 72 e 73 del D.Lgs. n. 117/2017, anno 2017. Con il supporto di Forum Solidarietà

 

Forum Solidarietà, Centro di Servizi per il Volontariato in Parma - Via Bandini 6 - 43123 Parma - Tel. 0521.228330 - Fax 0521.287154