La documentazione al servizio dell'integrazione

Migranti di ieri e di oggi

Da CIAC e Centro Studi Movimenti, un ciclo di incontri per parlarne. Fino al 25 marzo

Frontiere, Campi, Percezioni sono i tre temi affrontati nel ciclo di sei incontri "Migranti di ieri-Migranti di oggi" a cura del Centro Studi Movimenti e di CIAC, Centro Immigrazione Asilo e Cooperazione Internazionale.

Il primo appuntamento sarà lunedì 14 gennaio alle 18, con Frontiere ed emigrazione nel secondo dopoguerra, all’Auditorium Casa Matteo, in via Saragat 33/a. Relatore Sandro Rinauro (Università degli studi di Milano).

Il programma degli incontri, che si concluderà il 25 marzo, è qui. In questo PDF la presentazione più approfondita.

E’ un tentativo di far dialogare le ricerche e le riflessioni sulle migrazioni storiche (in particolare quelle italiane) con le migrazioni contemporanee.
In un momento come questo, in cui attorno al tema della mobilità e delle migrazioni si riscontrano disinformazione e ostilità, e in cui le recenti decisioni politiche mirano a limitare il diritto di asilo e a smantellare il sistema pubblico di accoglienza, questo ciclo offre un’occasione importante per conoscere quanto vissuto dagli italiani, e non solo, nel secondo dopoguerra e per confrontare le vicende passate con quelle attuali, nell’intento di comprenderne meglio le dinamiche e sviluppare - attraverso l’immedesimazione e la conoscenza storica - quell’empatia che è indispensabile per saper riconoscere l’altro come persona e per aprirsi all’accoglienza.

La collaborazione tra il Centro Studi Movimenti e il Centro Immigrazione Asilo e Cooperazione Internazionale rappresenta un’occasione di formazione e confronto reciproco tra le due realtà, che offrono allo stesso tempo alla città la possibilità di confrontarsi con illustri studiosi e studiose che attraversano il tempo e le discipline. Storici, geografi, sociologi e antropologi, basati in Università e centri di ricerca italiani e internazionali, che sono stati individuati per la profondità del loro contributo scientifico ma anche per la loro capacità di superare i confini degli steccati accademici e disciplinari, e di dialogare col presente e le sfide che esso pone, non solo alla ricerca ma anche all’intera società. Uno sguardo critico che va coltivato collettivamente e che viene proposto all’ascolto e all’interazione di tutti i partecipanti.

 

Scarica il volantino con il programma e la presentazione completa

Forum Solidarietà, Centro di Servizi per il Volontariato in Parma - Via Bandini 6 - 43123 Parma - Tel. 0521.228330 - Fax 0521.287154