La documentazione al servizio dell'integrazione

Unisciti a noi: la campagna di Conad

Conad per la comunità: dal sostegno agli Ospedali della provincia alla spesa sospesa

Pubblichiamo con piacere il comunicato stampa di Conad Centro Nord che dà conto delle recenti iniziative per il bene comune. Dalle donazioni a favore degli ospedali alla spesa sospesa per i più fragili. 

 

Conad per gli Ospedali

A fine marzo Conad ha donato a livello nazionale 3 milioni di euro a due strutture ospedaliere in prima linea nel contenimento e contrasto dell'epidemia di Coronavirus: lo Spallanzani di Roma e il Sacco di Milano. Nello specifico Conad Centro Nord ha donato 330 mila euro all'ospedale Sacco.

Parallelamente alla donazione collettiva nazionale si è deciso, coerentemente alla missione di Conad come impresa socialmente responsabile e dato il legame con il territorio, di dare un segnale di vicinanza a tutti gli Ospedali del territorio nelle nostre province mettendo in piedi una raccolta fondi in tutti i nostri punti vendita. Fornire quindi la possibilità a tutti nostri clienti e, più in generale, a tutti i cittadini di dare un contributo alle strutture ospedaliere tramite la spesa” spiega Ivano Ferrarini, Amministratore Delegato di Conad Centro Nord.

L’iniziativa che va dall’8 al 30 aprile riguarderà le 15 province su cui opera Conad Centro Nord (Parma, Reggio Emilia, Piacenza e tutte le province della Lombardia) a favore di oltre 50 ospedali; l’operazione sarà su tre livelli: i punti vendita, i dipendenti (dei punti vendita e di Conad Centro Nord)  ed i clienti.

I soci imprenditori contribuiranno con una quota prefissata; i dipendenti della sede e dei punti vendita, come già accaduto in occasione di altri eventi straordinari (ad esempio il terremoto del 2012), potranno devolvere le proprie ore di lavoro. I clienti, alle casse, potranno unirsi alla donazione Conad con una doppia possibilità: donare punti (a partire da un minimo di 100 punti o multipli da convertire in denaro: 100 punti =1 €) o denaro (a partire da 1€ o multipli) in modo che tutti, sia i possessori di Carte Conad che non, abbiano la possibilità “unirsi” e donare.

“Abbiamo deciso di attivare una filiera solidale che coinvolga il management,  tutti i nostri dipendenti,  i soci e i clienti al fine di inviare in maniera unanime il nostro ringraziamento a tutti i medici, infermieri e ricercatori che lavorano senza sosta per la cura dei pazienti negli ospedali e a quelli che ci permettono di avere tutte le cure a casa”-  aggiunge Ivano Ferrarini.

Per la Provincia di Parma i fondi raccolti saranno destinati ai reparti dell’Ospedale Maggiore, dell’Ospedale di Vaio e dell’Ospedale di Borgotaro impegnati ad affrontare l’emergenza Covid-19. 

Massimo Fabi, commissario straordinario Azienda ospedaliero-universitaria e Azienda Usl di Parma: "Grazie a Conad per la vicinanza che dimostra, anche in questa occasione, all'Ospedale di Parma e agli altri poli ospedalieri provinciali. Ogni euro donato servirà a rafforzare le competenze specialistiche degli ospedali di domani e la rete di cure sul territorio che rappresenta il primo filtro per rispondere alle esigenze di salute dei cittadini".

 

Conad per la sua comunità
Conad si è da subito attivata affinché tutti i punti vendita Conad della città potessero garantire la spesa gratuita a domicilio a chi non era nelle condizioni di poter uscire (alle persone affette da Coronavirus o in isolamento domiciliare fiduciario, agli anziani soli e ai cittadini con disabilità che non possono contare sul supporto di familiari o conoscenti). Questo è stato possibile grazie al Progetto Parma welFARE promosso da Comune di Parma, Azienda USL, Az. Ospedaliero-Universitaria di Parma, CSV Emilia – Forum Solidarietà, Consorzio di Solidarietà Sociale di Parma, CISL e UIL) che ha organizzato un servizio di recapito a domicilio della spesa tramite volontari e con il contributo di altre imprese del territorio.

Conad è stata la prima a garantire ai volontari la possibilità di saltare la fila e non solo. All'interno dei negozi, chi non sa destreggiarsi trova qualcuno pronto ad aiutarlo per non perdersi fra le corsie, oltre ad  aver messo  a disposizione Pos Mobili per i pagamenti  dei malati Covid  evitando al massimo i contatti.

Per necessità di spesa basta chiamare il numero 339.6859982 dal lunedì al venerdì (8.30-17.30) e fuori orario lasciare un messaggio all’800112822.

 

Da lunedì 20 aprile partirà la nuova raccolta di donazioni di generi alimentari SPESA SOSPESA, patrocinata dal Comune di Parma e con la partecipazione dei Consigli dei Cittadini Volontari (CCV), della Consulta dei Popoli, di Csv Emilia (Forum Solidarietà), Caritas ed Emporio Solidale a sostegno delle famiglie in condizioni di disagio economico maggiormente colpite dall’emergenza Covid-19. Su tutti i nostri punti vendita sarà esposta la locandina che ricorda quali prodotti possono essere più utili: alimenti per l’infanzia, riso, pasta, olio d’oliva, latte a lunga conservazione, biscotti, legumi, sughi e pomodori pelati, tonno in scatola, zucchero, caffè, prodotti per l’igiene personale e per la pulizia della casa.

Anche molti Conad della provincia si sono attivati in tal senso con iniziative simili in accordo con i Comuni e le associazioni della zona.

Una sorta di raccolta alimentare prolungata nel tempo, che permetterà a tutti i clienti di fare un semplice gesto di generosità mettendo nel carrello qualcosa in più per chi ne ha bisogno. I prodotti saranno stoccati presso l’Emporio Solidale e Caritas e ridistribuiti a chi, non disponendo già di altri aiuti, necessiti di questo fondamentale supporto in un momento di particolare difficoltà.

“La Spesa Sospesa è un aiuto in più per chi si trova in difficoltà e che non riusciamo a raggiungere con altre forme di solidarietà. Sono certa – dice Nicoletta Paci, Assessora alla Partecipazione e Diritti dei Cittadini - che Parma saprà dare ancora una volta prova del suo grande cuore come già dimostrato da questa vera e propria squadra della solidarietà. Ringrazio Conad per aver messo a disposizioni gli spazi ed il supporto necessario per questa attività”.

 

Conad per le sue persone: nell’incertezza del momento la certezza di esserci, accanto alle persone.

In questo momento di estrema complessità e cambiamento, Conad Centro Nord, in collaborazione con Hermes Consulting, propone un’iniziativa di cura e sostegno del personale dei punti vendita, che oggi è impegnato in prima linea ed è chiamato quotidianamente a fronteggiare una situazione di grande tensione.

“Grazie all’impegno e al prezioso contributo di tutti i dipendenti dei punti vendita in queste difficili settimane, Conad Centro Nord  ha potuto continuare ad offrire un servizio essenziale di fornitura di beni di prima necessità alle persone e alle comunità dei territori in cui opera”  sostiene Marzio Ferrari, Presidente di Conad Centro Nord e continua: “Oltre ai sentimenti di vicinanza e gratitudine verso i dipendenti, la Direzione di Conad Centro Nord ha voluto offrire un concreto supporto alle persone, con la consapevolezza che l’impegno fisico e mentale richiesto in questa situazione critica è fonte di grande stress.”

 

Orari di apertura  

Da metà marzo a metà aprile, inoltre, Conad Centro Nord ha deciso di dare indicazioni ai propri soci imprenditori in merito alla riduzione degli orari di apertura dei propri punti vendita prevedendo la chiusura anticipata alle 19 dal lunedì al sabato e alle ore 13 la domenica. Le domeniche dal 22 marzo al 12 aprile invece sono state chiuse. Si è trattato di chiusure straordinarie dettate dalla situazione, ma con le norme di distanziamento si è deciso di ritornare agli orari di apertura consueti per favorire un afflusso più regolare dei nostri clienti ed evitare la creazioni eccessiva di code.

Forum Solidarietà, Centro di Servizi per il Volontariato in Parma - Via Bandini 6 - 43123 Parma - Tel. 0521.228330 - Fax 0521.287154