La documentazione al servizio dell'integrazione

Una città per tutti

Le motivazioni

Milioni di persone al mondo soffrono a causa di una condizione di salute che, in un ambiente sfavorevole, diventa disabilità. La disabilità è per alcuni un'esperienza del presente, per tutti, in linea di principio, potrebbe diventare la situazione futura. Nell'ultimo decennio, a Parma e non solo, è andato sempre più affermandosi un concetto della tutela della salute intesa come attenzione al "benessere" e "alla qualità della vita" dell'individuo, e soprattutto si è iniziato a comprendere il concetto di "partecipazione sociale", come parametro fondamentale su cui misurare qualsiasi obiettivo di intervento.

Il progetto ritiene di fondamentale importanza promuovere attività di sensibilizzazione, di promozione e di informazione circa l'autonomia, l'integrazione, socializzazione e crescita psicologica della persona con disabilità. La realizzazione di un percorso, al fine di rendere più efficaci le azioni in cui credono le associazioni promotrici del progetto, è mirata a rafforzare la rete già esistente tra le associazioni dell'area della disabilità ed in particolare in alcune azioni è finalizzata a consolidare il legame di queste con il territorio locale.

Gli obiettivi

Obiettivi generali:

  • Contribuire al raggiungimento di una maggiore autonomia di movimento negli ambienti di vita quotidiana, delle persone disabili.
  • Favorire la socializzazione, l'integrazione e la crescita psicologica delle persone disabili nel loro tempo libero.
  • Accrescere le competenze delle persone che operano per e con le persone disabili.

Obiettivi specifici:

  • Promuovere la cultura all'eliminazione delle barriere architettoniche e diffondere comportamenti corretti in merito, mettendo in risalto il valore dell'autonomia delle persone disabili.
  • Diffondere le informazioni disponibili sulle possibilità che il contesto provinciale offre al disabile motorio, con deficit sensoriali ed intellettivi-relazionali, per riempire in modo gratificante il proprio tempo libero.
  • Creare una rete di informazioni sulle opportunità esistenti nel territorio parmense.
  • Realizzare percorsi formativi per genitori, operatori e volontari per riflettere e confrontarsi sulle tematiche di riferimento per valorizzare l'esistenza di una persona disabile nella sua quotidianità.
  • Stimolare nuove collaborazioni tra associazioni di volontariato, al fine di aumentare le risorse del territorio.

Risultati attesi

Le associazioni si attendono, come risultato principale del progetto un' aumentata comprensione e capacità di sostegno da parte dei volontari impegnati nell'area della disabilità e della cittadinanza a favore della complessa realtà che vive la persona disabile.

Chi partecipa al progetto

Anffas
Anglat
Anmic - Associazione Nazionale Mutilati Invalidi Civili
Anmil – Associazione Nazionale Mutilati Invalidi del lavoro
Associazione Alba
Associazione Amici Insieme
Associazione
Con-tatto
Associazione Traumi Onlus Casa Azzurra
Comitato Vita Indipendente
Fa.Ce. – Famiglie Cerebrolesi Associazione Provinciale di Parma
Gasbi
Pionieri della Croce Rossa di Parma
Polisportiva gioco
Rete H di Fidenza che comprende:
- Coop. Arcobaleno;
- Coop. Il Cortile;
- Coop. Il Giardino;
- Coop. FARD;
- Gruppo Fede Luce;
- Ass. "I Tralci";
- Ass. "Il Faro 23";
- Ass. "Teniamoci
per mano";
- Ass. F.A.R.D. Famiglie Associate Ragazzi Disabili
Unione Italiana Ciechi

Informazioni

Susanna Serranò - citta.per.tutti@forumsolidarieta.it

Forum Solidarietà, Centro di Servizi per il Volontariato in Parma - Via Bandini 6 - 43123 Parma - Tel. 0521.228330 - Fax 0521.287154