La documentazione al servizio dell'integrazione

Rete d'argento

Dalla solitudine alla rete solidale

  • retedargento

Le motivazioni

Il progetto è orientato alla lotta alla solitudine intesa come creazione di relazioni di vita finalizzate al miglioramento della qualità della condizione dell'anziano attraverso la creazione di un tessuto di coesione sociale costituito da un patrimonio relazione, sociale, culturale e spirituale. In particolare il tema della qualità della vita e cioè del "benessere" si affaccia in modo sempre più incisivo nei dibattiti sulla cosiddetta 'terza età'. Dalle interviste dalla ricerca "Anziani - Le dinamiche di una nuova domanda", realizzata nel 2001/02 emerge un concetto di benessere prevalentemente legato alla possibilità di vivere indipendenti, ovviamente a partire da una buona condizione psico-fisica, e di 'Mantenere relazioni interpersonali con familiari, amici, conoscenti, vicini di casa, a dimostrare quanto una rete consolidata di rapporti informali sia fondamentale come antidoto alla solitudine a quindi alla paura della vecchiaia.

Gli obiettivi

  1. Potenziare e raccordare le varie iniziative in atto che favoriscono la permanenza dell'anziano presso il proprio domicilio. 
  2. Potenziare presso gli istituti (pubblici e privati) le esperienze di assistenza volontaria che prestano particolare attenzione agli aspetti relazionali, culturali e spirituali.
  3. Favorire la possibilità di mobilità degli anziani in quanto presupposto di socializzazione e conduzione di una vita soddisfacente.
  4. Progettare, promuovere e ricercare risorse per nuove esperienze di domiciliarità per anziani soli e svantaggiati (case famiglie, case sociali solidali).

Le azioni realizzate

  • È stata realizzata una campagna promozionale per la ricerca volontari nel comune di Borgotaro per potere esportare l'esperienza del "Meno male che c'è il vicino…" anche in questo paese della provincia.
  • È stata realizzata una campagna promozionale per la ricerca volontari nel comune di Traversetolo per trovare persone disponibili a fornire assistenza agli anziani in struttura e per poter realizzarea alcuni momenti di animazione. Nel comune di Traversetolo è inoltre stato promosso un corso per i nuovi volontari che comprende anche i volontari di altre realtà presenti sul territorio (Auser, filo d'Arianna) che si occupano di anziani.
  • È stato attivato su tutto il territorio di Parma il servizio Ser.Mo.Sol. - Servizio di Mobilità Solidale per anziani. Il servizio, gestito e realizzato esclusivamente da volontari, è ora attivo tutto il giorno dal lunedì al venerdì.
  • Partirà a breve una campagna promozionale per la ricerca nuovi volontari nei quartieri Montanara-Vigatto e Pablo per poter esportare anche in queste zone il progetto "Meno male che c'è il vicino.."

Chi partecipa al progetto

Ancescao - Coord. Prov. Centri Sociali Comitati Anziani e Orti,
Auser,
Centro Sociale Anziani Il Tulipano,
Centro Sociale Anziani Montanara Vigatto,
Centro Sociale Anziani Orti del Garda,
Comitato Anziani Oltretorrente-Molinetto,
Comitato Anziani Parma,
Comitato Anziani Parma Centro,
Comitato Anziani San Lazzaro,
Comitato Anziani San Leonardo,
Comitato diocesano per la pastorale degli anziani,
Forum Traversetolo,
Volontari Assistenza Pasti Anziani

InformazioniSusanna Serranò

Forum Solidarietà, Centro di Servizi per il Volontariato in Parma - Via Bandini 6 - 43123 Parma - Tel. 0521.228330 - Fax 0521.287154